Site tools
Apparati per la ricezione PDF Stampa E-mail

Le trasmissioni in digitale terrestre utilizzano lo stesso sistema di ricezione del segnale analogico. Questo significa che lo stesso impianto previsto per la trasmissione televisiva analogica (stessa antenna ricevente, stessa centralina e stessa distribuzione di cavi, divisori e prese incluse) viene mantenuto anche nel passaggio al DTT. E' fondamentale, soprattutto nel caso in cui l’impianto sia datato, prevederne una revisione che verifichi lo stato e il corretto puntamento dell’antenna a garanzia di una perfetta ricezione del segnale assicurandoti che il tuo impianto sia in grado di far passare tutti i canali - banda VHF e UHF.

Per assistere alle trasmissioni in digitale terrestre sarà quindi necessario disporre o di un televisore adibito alla ricezione del digitale terrestre, oppure dotarsi, per ogni TV presente in casa, di un decoder digitale da collegare al proprio televisore.

A maggiore tutela del consumatore l'associazione DGTVi, istituita con l’obiettivo di promuovere l’avvio e lo sviluppo in Italia del digitale terrestre, ha presentato in collaborazione con i produttori di “set top box” e di televisori digitali integrati, l'iniziativa "bollino DGTVi" per garantire le caratteristiche tecnico qualitative dei ricevitori.

I “bollini” DGTVi sono: il “bollino blu”, il “bollino bianco”. Sono stati da poco introdotti altri due bollini: il “bollino grigio” per i cosidetti set top box zapper e il “bollino gold” per i decoder e i televisori ad alta definizione.

Il “bollino blu” indica un decoder che permette di vedere i programmi in chiaro, i programmi a pagamento e i servizi interattivi senza cambiare televisore oltre a garantire tutte quelle caratteristiche tecniche necessarie per una valida sintonizzazione. Nel corso del 2009 arriveranno sul mercato anche i televisori con decoder integrato etichettati ”bollino blu” che garantiranno non solo la ricezione dei programmi gratuiti e di quelli a pagamento, ma anche l’accesso a tutti i servizi interattivi in via di sperimentazione.

Il "bollino bianco" indica invece un televisore con sintonizzatore digitale integrato che permette di vedere i programmi gratuiti in chiaro e, grazie ad un piccolo dispositivo detto CAM, acquistabile insieme al televisore o in post-vendita, anche i contenuti a pagamento con le apposite tessere. I produttori TV che presentano il bollino bianco si impegnano entro il 2009 ad integrare in alcuni modelli anche l’interattività, che al momento non è presente.

Infine, si può optare per un decoder “zapper” il quale ti permette di vedere tutti i canali gratuiti dell’offerta digitale, ma potrebbe non garantirti la fruizione dei canali trasmessi su banda VHF. Quindi, al momento dell’acquisto è bene valutare con attenzione le caratteristiche tecniche del decoder preso in esame in quanto alcuni modelli potrebbero essere sprovvisti di: LCN, Banda VHF in canalizzazione europea, EPG e degli eventuali autoaggiornamenti. Nel caso si opti per l’acquisto di un decoder zapper è bene orientarsi per i decoder con “bollino grigio”. Per l'acquisto dei decoder "zapper" ricordiamo che non viene erogato nessun contributo regionale.

Di recente introduzione è il “bollino gold” riferito ai decoder e ai televisori integrati con sintonizzatore ad alta definizione - HD.

Nel caso in cui l’area non fosse raggiunta dal segnale terrestre e l’offerta televisiva avvenga già attraverso l’impianto satellitare, si potrà accedere alla visione di tutti i nuovi programmi gratuiti proposti dal digitale terrestre acquistando il decoder satellitare Tivù Sat da integrare al proprio televisore, senza doversi dotare di un’ulteriore parabola. Gli abbonati RAI che hanno già a disposizione un decoder compatibile con il sistema di Conditional Access Nagravision potranno richiedere alla RAI la smart card dedicata (al costo delle spese di spedizione) senza acquistare un nuovo decoder. Per il corretto funzionamento è necessaria una CAM da inserire nel set top box, che è in via di sviluppo e sarà pronta nel primo semestre 2010.

 

ta_old

Provincia di Taranto

regione_puglia

Regione Puglia

Comune di Taranto

ta

TerraIonica.it