Il Festival di Sanremo 2019, un tornado nella scena musicale italiana

Il Festival di Sanremo regala ogni anno musica e spettacolo agli appassionati di tutto il mondo, e anche l’edizione del 2019 non è stata certo da meno. Nuove sonorità, divertimento e soprattutto un risultato incerto fino all’ultimo secondo – per la gioia degli scommettitori – sono stati gli ingredienti che hanno condito le serate del festival più importante dello Stivale.

Il sessantanovesimo Festival di Sanremo, tra sorprese e polemiche

L’ultima edizione del festival di Sanremo, che ha visto la luce dal 5 al 9 febbraio sotto la magistrale conduzione, per la seconda volta consecutiva, di una colonna della musica italiana come Claudio Baglioni, ha regalato agli spettatori non soltanto volti nuovi della scena musicale nostrana, ma tanto divertimento con le trovate divertenti di Claudio Bisio e Virginia Raffaele, e molte polemiche con la vittoria finale del giovane cantante di origini egiziane vincitore della kermesse.

Festival di Sanremo 2019: musica prima di tutto

Il Festival di Sanremo non è soltanto intrattenimento, ma prima di tutto una agguerrita competizione musicale tra i migliori artisti presenti nel panorama italiano. L’edizione del 2019 infatti ha visto concorrere in gara 24 cantanti: 22 già affermati e 2 esordienti che provenivano da Sanremo Giovani, ovviamente i vincitori della kermesse riservata agli under 36.

I vincitori del festival di Sanremo 2019: la classifica dei primi 10 artisti in gara

Vincitore assoluto della sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo è stato il cantante italiano di origini egiziane Mahamood, con l’ormai celebre brano Soldi. La seconda posizione ha visto Ultimo con il brano dal titolo I tuoi particolari, e al terzo gradino del podio si è piazzato il gruppo Il Volo con la canzone Musica che resta.

Se vogliamo dare uno sguardo alla classifica finale, troviamo in quarta posizione l’immortale Loredana Bertè che ha presentato la canzone Cosa ti aspetti da me, a seguire Simone Cristicchi con Abbi cura di me e il veterano Daniele Silvestri con la canzone Argento vivo. Chiudono le prime dieci posizioni Irama con il brano dal titolo La ragazza con il cuore di latta, Arisa con Mi sento bene, Achille Lauro con la canzone Rolls Royce e Enrico Nigiotti con Nonno Hollywood.

Il Festival di Sanremo è musica, spettacolo e a volte polemica

Fa parte del gioco: a volte le scelte della giuria non trovano corrispondenza con quelle del pubblico. Stavolta, però, la discrepanza ha fatto scalpore, perché il vincitore del Festival è arrivato a sorpresa all’ultima serata. Mahmood infatti è riuscito a strappare lo scettro a Ultimo soltanto grazie al voto dell’élite di giurati. Se il secondo classificato non l’ha presa bene, neppure una parte degli addetti ai lavori si è astenuta dalla polemica, per non parlare degli spettatori, che con il televoto avevano già incoronato Ultimo.

La polemica del Festival di Sanremo: Ultimo o Mahmood?

Le cose sono andate così: con il televoto degli spettatori, Ultimo era in testa con il 46,5% delle preferenze, seguito dal gruppo Il Volo con il 39,4% e dal futuro vincitore Mahmood che aveva realizzato un misero 14,1%. Evidentemente il televoto conta come il due di briscola, perché dopo il vaglio della giuria di esperti, il risultato della votazione popolare è stato stravolto: vince Mahmood, medaglia d’argento per Ultimo, terzo posto per Il Volo.

La domanda allora è legittima: il Festival di Sanremo è ancora una manifestazione popolare?